top of page

Riforma radicale nell'Europa del '500

A 50 anni dalla pubblicazione della "Storia dell'anabattismo" di Ugo Gastaldi


Lunedì 24 ottobre 2022, ore 18

con

Luca Addante

Professore associato di Storia moderna all’Università degli Studi di Torino


presenta Susanna Peyronel

Professore ordinario di Storia moderna e di Storia dell’Età della Riforma e Controriforma all’Università Statale di Milano



Nel 1972 uscì la prima edizione della monumentale Storia dell’anabattismo di Ugo Gastaldi, un’opera tuttora fondamentale per orientarsi fra i vari gruppi della Riforma radicale definiti «anabattisti». A cinquant’anni di distanza, con le novità storiografiche intervenute nel frattempo, vale la pena tornare sulle vicende non solo degli anabattisti ma anche degli altri gruppi che la storiografia ha accomunato ai primi nella definizione di Riforma radicale. Gruppi minoritari oggi in gran parte dimenticati ma che ebbero un ruolo decisivo nell’affermazione di ideali attualissimi come il pacifismo e le libertà di coscienza e di espressione.


Luca Addante è professore associato di Storia moderna all’Università degli Studi di Torino. Si è occupato in prevalenza di personaggi e movimenti del dissenso politico e religioso radicale: di eretici e libertini, di illuministi, giacobini e carbonari. A personalità e gruppi della Riforma radicale ha dedicato vari saggi e tre monografie: Eretici e libertini nel Cinquecento italiano (Laterza, 2010); Giampaolo Alciati della Motta e gli eretici piemontesi nell’Europa del Cinquecento (Aragno, 2013); e Valentino Gentile e il dissenso religioso nell’Europa del Cinquecento. Dalla Riforma italiana al radicalismo europeo (Edizioni della Normale, 2014).


Alle ore 18 del 24 ottobre, l’incontro sarà anche trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube del Centro Culturale Protestante.





Sala attigua alla Libreria Claudiana

Via Francesco Sforza 12/a – 20122 Milano

Tel. 02 7602 1518



22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page