Piero Guicciardini

Membro di una famiglia dell’aristocrazia fiorentina, ebbe una formazione scientifico-letteraria e fu socio di numerose accademie. Condivise con il pedagogista Raffaello Lambruschini e altri le posizioni e le speranze del cattolicesimo liberale, ma nel 1836 divenne evangelico e fu la persona di riferimento della cerchia evangelica toscana fino al suo arresto e alla sua espulsione dal Granducato per motivi religiosi. Fu esule a Londra e a Nizza e, dopo il ritorno in Toscana, dal 1861 al 1870 aderì alla chiesa cristiana libera, per poi staccarsene e collaborare con i gruppi autonomi delle chiese dei Fratelli.