Giorgio Appia

Nato a Francoforte sul Meno, dove il padre di origine valdese era pastore della chiesa riformata, dopo gli studi a Bonn, Halle, Ginevra e Strasburgo, esercitò il ministero pastorale a Torre Pellice, Pinerolo, Palermo, Napoli. Dal 1866 al 1868 ebbe la cattedra di teologia esegetica presso la Facoltà valdese di Firenze e nel 1869 accettò la chiamata della chiesa luterana di Parigi, dove rimase fino alla sua morte. Partecipò alla battaglia di Solferino del 1866, con il fratello medico e fondatore della Croce Rossa. Fu membro del Comitato di evangelizzazione, segretario e vicepresidente della Société des Missions di Parigi.